screenshot 2017 07 22 alle 14.17.53

Prosecco Doc Italian Genio

Main Sponsor

Il Prosecco Doc

Prosecco Doc è un’eccellenza italiana, espressione di un territorio ben definito, che si estende tra Veneto e Friuli Venezia Giulia, ricco di tradizione e con un clima favorevole che regala all’uva Glera grande eleganza, equilibrio e un fascino contemporaneo.

Il Consorzio di Tutela protegge e promuove l’unicità di questo vino, bandiera nel mondo dello stile italiano.

Questi i numeri del Prosecco: 23.250 ettari di vigneto, 11.593 aziende viticole, 1.231 aziende vinificatrici e 350 case spumantistiche per una produzione totale di 410 milioni di bottiglie e un turnover di 1.9 miliari di euro.

Il Prosecco DOC ha costruito i connotanti della sua storia e identità di marca basandoli su alcuni legami unici con il suo territorio e le sue tradizioni e trovando la giusta espressione delle attività di comunicazione nei settori dell’enogastronomia, dell’arte, della cultura, della storia, del cinema, del design e dello sport.

Origini ed evoluzione

Le origini del nome e le citazioni più antiche vengono fatte risalire alla metà del Duecento, in riferimento ad un piccolo centro confinante a sud est con il vescovado di Trieste e a nord con il territorio di Duino. Agli inizi del Cinquecento, alcuni studiosi letterari riconoscono nel vino Pucino, citato come elisir di giovinezza nel Naturalis Historia di Plinio il Vecchio (23 – 79 d.c.), il moderno Prosecco; chiamato tale nel 1754 in Veneto, dal poeta Aureliano Acanti che ne esaltò le peculiarità con versi accattivanti nel poemetto “Il Roccolo”.

Le caratteristiche bollicine del Prosecco, che tutti riconosciamo oggi, sono il frutto di un intuizione del chimico ed enologo Antonio Carpenè con il fondamentale contributo del prof. Tullio De Rosa che, presso la rinomata Scuola Enologica di Conegliano, hanno messo a punto la spumantizzazione del Glera nel metodo Martinotti. La rifermentazione in autoclavi pressurizzare preserva la tipicità e la complessità del vitigno esaltando freschezza, fragranza e leggerezza in un modo sobrio, equilibrato e allo stesso tempo conviviale, elegante, trendy e contemporaneo.

Nel 2009 il Prosecco riceve la sua consacrazione e diventa denominazione di origine protetta internazionalmente a garanzia della sua qualità e a tutela del consumatore nei confronti delle imitazioni.

Nel 2015 diventa il primo vino spumante dop al mondo in termini di quantità prodotta e volumi esportati: un traguardo importante per una denominazione relativamente giovane.

I segreti del successo

Leggerezza, briosità, profumi floreali e fruttati, equilibrio tra la componente zuccherina e acida, eleganza gusto-olfattiva, moderata alcolicità. Fonte d’ispirazione per l’elaborazione di nuovi cocktail, dall’aperitivo al dolce, il Prosecco Doc sa esaltare ogni tipo di piatto, dal più semplice al più elaborato. Il carattere versatile lo rende perfetto all’esplorazione di nuovi orizzonti enogastronomici delle cucine di tutto il mondo.

Piace sia al mondo femminile sia al mondo maschile ed è sempre più espressione di grandi momenti di convivialità all’insegna del saper vivere.

Dove siamo

Il Parco Negombo e L'Albergo della Regina Isabella si trovano ad Ischia, la splendida isola del Golfo di Napoli. Per informazioni su come arrivare e altre notizie tecniche ti invitiamo a contattarci!

Contattaci

Riferimenti

L'Albergo della Regina Isabella e Parco Negombo, isola d'Ischia, Napoli
+39 081.986152
info@ischiasafari.it