01200 MediaValleVolturno

Giuseppe Coscia

 

Suino di Razza Casertana 

La presenza in Campania di suini glabri con testa corta e larga e faccia camusa, simili ai suini asiatici, è documentata già in epoca romana. Dai ripetuti meticciamenti di questi esemplari con quelli di origine centroeuropea, con testa stretta ed ossa nasali lunghe e dritte, ha origine la razza suina Casertana. 

Questa razza era l’unica di tipo gentile tra le popolazioni presenti e per questo era tenuta in gran conto ed allevata nelle aree più intensamente coltivate e popolate. 

Lord Western, la definì “...una razza con particolari e pregevoli qualità, il sapore della carne essendo eccellente, e l'attitudine ad ingrassare con piccolissima quantità di foraggi non avendo l'uguale...”. 

Dagli allevamenti casertani la razza si diffuse nelle limitrofe province di Napoli, Benevento, Avellino, Salerno, Potenza ed in diverse altre province nazionali. 

L’avvio del programma di conservazione nel 2001 iniziò a favorire l'apertura e lo sviluppo di numerosi piccoli nuclei di allevamento. Da allora molta strada è stata fatta, ma molta ce n'è ancora da fare per far conoscere e valorizzare questo nobile animale. 

Nel 2016 dalla collaborazione dell’imprenditore Giuseppe Coscia, dell’Azienda Agricola L'ape e il Girasole, l’esperto dottore Gianfranco Ianniciello e il professor Vincenzo Peretti, referente scientifico del progetto R.A.R.E.Ca. (razze autoctone a rischio di estinzione della regione Campania), nasce a Squille di Castel Campagnano il Patto di filiera con l'obbiettivo di tutelare e sostenere il patrimonio genetico della razza e le aziende agrozootecniche. Tra gli scopi c’è la valorizzazione della filiera, dall’allevamento alla tavola, attraverso la realizzazione di un logo identificativo che richiama sia i caratteri morfologici dell'animale che la nomenclatura ottocentesca: 'O majale (co 'e sciuccaglie), appunto la casertana, caratterizzato dalla presenza sotto la guancia di due tettole o bargigli, in napoletano sciuccaglie (orecchini/pendenti). Il logo sarà a garanzia esclusivamente dei prodotti provenienti da originali suini casertani, rigorosamente iscritti al registro anagrafico gestito dall'A.N.A.S. (associazione nazionale allevatori suini, www.anas.it). 

Un primo passo per combattere l'annoso fenomeno della contraffazione e del falso alimentare che si nasconde, il più delle volte, dietro diciture di fantasia come "maiale nero o maialino " che non ha niente a che fare con il tipo genetico autoctono originale conosciuto ed apprezzato in tutto il mondo. 

Dove siamo

Il Parco Negombo e L'Albergo della Regina Isabella si trovano ad Ischia, la splendida isola del Golfo di Napoli. Per informazioni su come arrivare e altre notizie tecniche ti invitiamo a contattarci!

Contattaci

Riferimenti

L'Albergo della Regina Isabella e Parco Negombo, isola d'Ischia, Napoli
+39 081.986152
info@ischiasafari.it